Isola di Pasqua

Ed eccoci alla nostra ultima tappa, 5 ore abbondanti di volo da Santiago del Cile verso Ovest nell'Oceano Pacifico e arriviamo all'Isola di Pasqua.

Posso dire, un sogno che si avvera!

Essere su un puntino in mezzo all'Oceano Pacifico è una sensazione strana ma piacevole.
Oltre che per la storia, i "faccioni", l'isola di colpisce anche per la sua conformazione: un territorio surreale, composto di vulcani, distese verdi e coste frastagliate con acqua cristallina.

Il clima decisamente diverso dal Cile, caldo umido e anche due giorni di pioggia.

Affittiamo una macchina e scopriamo che qui non esiste l'assicurazione, tanto meno una copertura al furto visto che ci sono due strade e più di tanto non puoi andare lontano.

Impressionante la "fabbrica" dei Moai, su una pendice di un vulcano con ancora un sacco di pezzi in attesa di essere finiti o trasportati.

 IsoladiPasqua Il cratere di uno dei vulcani dell'isola e a destra l'Oceano

Il cratere di uno dei vulcani dell'isola e a destra l'Oceano

 Isola di Pasqua Verso l'Oceano Pacifico..

Verso l'Oceano Pacifico..

 Isola Di Pasqua Moai foto

 Isola Di Pasqua Moai foto

 Isola Di Pasqua Moai foto

 Isola Di Pasqua Moai foto Il cratere di un vulcano, vicino alla zona dove fabbricavano i Moai

Il cratere di un vulcano, vicino alla zona dove fabbricavano i Moai

 Isola Di Pasqua Moai foto

 Isola Di Pasqua Moai foto La "fabbrica" dei Moai con un sacco di pezzi ancora presenti

La "fabbrica" dei Moai con un sacco di pezzi ancora presenti

 Isola Di Pasqua Moai foto Al piccolo porto dell'Isola di Pasqua

Al piccolo porto dell'Isola di Pasqua

Thinkice.it - Profilo - RSS